Le Terrificanti Avventure di Sabrina, uno sguardo al fumetto ed alla serie originale

Serie TV
Martina Cofano
Appassionata di Fotografia e novella Scenografa, divoratrice professionista di Serie TV. Conservare in un luogo fresco a con connessione WI-FI.

Appassionata di Fotografia e novella Scenografa, divoratrice professionista di Serie TV. Conservare in un luogo fresco a con connessione WI-FI.

Il 26 Ottobre non abbiamo solo un appuntamento con Sabrina e la famiglia Spellman, ma anche con tutti quegli angoli oscuri di questa grande serie che alcuni spettatori non conoscono, e noi siamo qui per presentarveli in questo speciale dedicato alle vecchie serie originali ed all’albo a fumetti dell’Archie Comics.  Dalla serie a fumetti di Roberto Aguirre-Sacasa e Robert Hack, gli stessi artisti che hanno dato origine alle storie di Riverdale, ci incantano non solo con le immagini ma anche con le parole. Ma prima, vi invitiamo a leggere la nostra recensione sulla prima stagione de Le Terrificanti Avventure di Sabrina!

Facciamo un piccolo salto nel passato e diamo uno sguardo alla serie originale tratta dagli albi a fumetti, usciti nel 2014. La storia originale ci presenta i personaggi negli anni ’60, sicuramente più retrò e veritiero di questo mix tra moderno e vintage che ci pronone Netflix.
Chilling Adventures of Sabrina è in realtà molto più contorto e distaccato di quanto possiamo notare nel riadattamento di Netflix. Ciò che lo schermo vuole raccontarci non è solamente una storia che vacilla tra le tenebre infernali e quelle mortali, ma anche quella avventurosa e divertente che tanto abbiamo sognato nei Goonies. La serie a fumetti da cui nasce Sabrina, contiene una storia ben più distorta e cruda. Questo paragone lo si può affrontare quasi immediatamente. La narrazione della famiglia Spellman ci appare molto più nobile e composta di quanto in realtà non lo sia. Il fumetto viaggia su una linea totalmente più malsana che, giustamente, non sarebbe stato capito dallo spettatore medio.
Se non avete ancora avuto l’occasione di finire la serie tv, passate oltre la scritta spoiler.
Se invece avete già concluso la vostra visione, questa chicca sconvolgerà la vostra idea sulla famiglia Spellman.

 

Eppure l’ Archie Comics ci propina sempre due faccie della stessa medaglia, non solo le terrificanti avventure, ma anche quella divertente e spensierata di Sabrina the Teenage Witch, che molti lettori potranno ricordare dalla sitcom televisiva e serie animata di Sabrina Vita da Strega. Molti ancora non dimenticano l’interpretazione di Melissa Joan Hart, che ha fatto ridere un’intera generazione di ragazzi che, di ritorno al pomeriggio da scuola, accendeva la tv e si ritrovava il suo bel faccino sorridente sempre immischiato in qualche situazione stramba da risolvere. Ed è così che ce la ricordavamo, questa simpatica streghetta.
Due realtà diametralmente opposte e raccontate in modi totalmente differenti tra loro. Due modi differenti di parlare di questo meraviglioso e giovane personaggio che è Sabrina. Da una parte, la strega assetata di potere che vuole superare in tutto e per tutto il potente Signore Oscuro, mentre dall’altra la distratta e pasticciona streghetta dai grandi poteri che farebbe di tutto per i suoi amici mortali.

 

Le differenze con il fumetto non sono poi così tante, oltre al modo in cui la famiglia Spellman è stata riprodotta in maniera totalmente differente, ma possiamo dire che Netflix ha saputo caratterizzare molto meglio i suoi personaggi sullo schermo, e non nascondiamo il fatto che ogni singolo personaggio potrebbe essere il tuo preferito.
Certo, siamo sempre stati abituati sin da bambini a vedere tutta un’altra storia di Sabrina, buffa divertente ed anche sognandone le avventure un po’ ad occhi aperti, ma tutto ciò che abbiamo sempre visto si rifà sempre al vero concept di questo personaggio. Ricordiamo sempre che i mondi di Sabrina sono sempre stati due, con due modi differenti di mostrare le sue avventure e due ambientazioni diametralmente opposte. Sebbene dalle storie a fumetti il suo mondo appaia marcio alla radice, questa nuova Sabrina stupisce anche il fan meno sfegatato dell’universo di Archie Comics.

Vi abbiamo incuriositi? L’intera prima stagione è già presente su Netflix!
Ricordate che non si scherza mai con le tenebre.

Altri articoli in Serie TV

True Detective: il nuovo trailer della terza stagione

Stefano Dell'Unto12 Dic 2018

Crisi sulle Terre Infinite sarà il crossover Arrowverse 2019!

Stefano Dell'Unto12 Dic 2018

Conway: Vin Diesel produce un nuovo drama poliziesco per NBC

Sara Susanna12 Dic 2018

Goliath: Amazon rinnova la serie per una terza stagione

Sara Susanna12 Dic 2018

The Terror: Cristina Rodlo si unisce al cast della seconda stagione

Sara Susanna12 Dic 2018

Game of Thrones: La mostra itinerante verrà inaugurata a Belfast ad aprile

Sara Susanna12 Dic 2018